Australia...l'isola Continente

Da Sidney a Darwin passando per Ayers Rock


  • Hai problemi ad effettuare 24 ore di volo? Se la risposta è NO, prosegui

  • Hai almeno due settimane libere? Se la risposta è SI, prosegui ↓↓

  • Ami la natura e qualche "ragnetto" o serpente di certo non ti intimorisce ?Se la risposta è SI, prosegui ↓↓↓

Se sei arrivato fin qui...BENVENUTO IN AUSTRALIA!!!



SIDNEY


Di certo la prima cosa che ci verrà in mente pensando all' Australia sarà la maestosità dell' Opera House, ma nonostante l'impatto moderno che possiate provare guardandola dovete sapere che Sidney è la più antica città dell' isola. E' infatti proprio a Circular Quay, dove troviamo quest'opera di innovazione architettonica, in cui nel 1788 giunse la First Fleet, il carico di deportati sbarcati dalla nave battente bandiera inglese contribuì alla nascita della colonia britannica del Nuovo Galles del Sud. La scoperta poi di abbandonati filoni d'oro portò alla fondazione di altre importanti città come Melbourne o Brisbane. Dal noto complesso di teatri ci spostiamo all'adiacente quartiere storico The Rocks caratterizzato da antichi edifici e graziosi vicoli che ci porteranno al famosissimo Harbour Bridge. Attraversare questo mastodontico ponte non solo ti permetterà di godere di una delle migliori viste mozzafiato sul porto, ma ti permetterà di raggiungere il quartiere di Kirribilli, tranquillo sobborgo con alcune delle migliori vedute della città.


Una menzione a parte la merita di certo la spiaggia di Bondi, situata a soli sette chilometri dal Central Business District di Sidney è il regno dei surfisti ma non solo. Edifici in stile Art Déco, locali e negozietti vi accompagneranno per quella che è la quotidianità di molti degli abitanti di Sidney, infatti un buon caffè e una nuotata nell'oceano è spesso quello che precede la loro giornata lavorativa.


KANGAROO ISLAND


Salto ad Adelaide e volo (o traghetto) per Kangaroo Island.

Lontana dalla confusione dei centri urbani e dalla tecnologia, per chi ama la natura Kangaroo Island è una tappa obbligatoria per chi passa in Australia. Scogliere a strapiombo sul mare, boschi di eucalipto, labirinti di rocce e l'unico tipo di zoo che forse vorremmo vedere, quello senza recinti, quello che vi permetterà di ammirare gli animali nel loro habitat naturale, infatti qui Koala, canguri, leoni marini,

foche e pinguini vivono indisturbati su questa che è una tra le isole più grandi di tutta l'Australia e nella quale consiglierei di dormire almeno due notti. Esperienza obbligatoria è senza dubbio una passeggiata al Seal Bay Conservation Park dove sarete affiancati da una marea di leoni marini australiani, purtroppo oggi in via di estinzione per proseguire poi nel pomeriggio alla volta del Kelly Hill Conservation Park per un incontro ravvicinato con wallaby e canguri. Forse ancora più emozionante di un pic-nic al mattino tra i Koala nel loro habitat naturale, ci può solo essere un aperitivo al tramonto a Vivonne Bay, classificata come una delle spiagge più belle australiane. Infine una piccola chicca potrebbe essere la possibilità di avvistare balene, ma attenzione solo da Luglio a Settembre!


AYERS ROCK (ULURU)


Rientrando ad Adelaide abbiamo la possibilità di volare direttamente su Ayers Rock, almeno questo è il nome che usiamo noi Europei, il nome aborigeno invece è Uluru. Situato all'interno del parco nazionale di Uluru-Kata Tjuta patrimonio Unesco dell'Umanità è senza ombra di dubbio una delle più grosse attrazioni australiane, magari per le emozioni che possono regalarci le sue tonalità di colore che mutano al variare dell'illuminazione solare o forse per la sua leggenda che ne fa da tempo luogo di culto per le popolazioni aborigene. Il monolito ha infatti un importante ruolo nella mitologia del dreamtime in quanto porta diversi segnali del passaggio di creature ancestrali, per questo ai visitatori dal 2019 è stata vietata l'arrampicata. Consigliata l'escursione denominata "Sound of Silence" per un aperitivo con vista eccezionale di Uluru e cena barbecue all’aperto nel deserto, qui un esperto illustrerà i segreti del cielo australe.


IL PARCO DI KAKADU


Situato a 170 km da Darwin, è territorio aborigeno che lo occupa ormai da più di cinquantamila anni vantando così la cultura più antica del mondo, il parco è però gestito congiuntamente con il governo australiano. Paludi tropicali e fauna selvatica ne hanno fatto un tesoro incluso nella lista delle Nazioni Unite come Patrimonio dell' Umanità. Pensate che il Kakadu accoglie più di 10.000 varietà di insetti, più di 100 di rettili, più di 250 specie aviarie e 65 circa di mammiferi (se pensate di immergervi nelle sue acque ricordatevi che si stimano all'interno del parco circa diecimila coccodrilli, quindi ci penserei due volte prima di farlo)!


Non solo animali

Il Kakadu National Park vanta testimonianze di arte rupestre risalente a 20.000 anni fa, hai qui la possibilità di effettuare un vero e proprio viaggio spirituale attraverso la mitologia aborigena e in una delle gallerie d'arte più antica e bella del mondo.



Concediti inoltre una crociera per ammirare spettacolari aree paludose con le innumerevoli e rare specie di fauna e flora. Attraversando le tranquille acque del fiume potrai infatti ammirare coccodrilli, aquile di mare e bufali su terraferma.

E che dire delle Gunlom Falls, salirvi in cima vi regalerà panorami da cartolina e un meritato tuffo nella vasca d'acqua fredda, luogo perfetto per rilassarsi e poter osservare le innumerevoli specie di uccelli.


SOLO LA PUNTA DELL' ICEBERG


Quattro, forse cinque minuti di lettura, sono senza dubbio mortificanti per un articolo su questa terra così vasta e altrettanto splendida, le località toccate sono solo la punta dell' Iceberg di un Paese che può catturarti sin dai primi giorni. Essendo però una terra che accoglie una moltitudine di attrattive, nessuna simile all'altra, voglio che questo articolo sia solo una spinta alla vostra curiosità che spero vada molto ma molto avanti!



Date anche un'occhiata al Tour proposto sul nostro sito!


Photo Credits: Photoholgic, Martyna Bober, Amanda Klamrowski, Casey Allen, Henrique Felix, Karl JK Hedin

57 visualizzazioni0 commenti